Le migliori genetiche Californiane: 5 varietà che vi faranno sbavare

Le migliori genetiche Californiane: 5 varietà che vi faranno sbavare

Da quando la California ha dato il via alla legalizzazione integrale della Cannabis, la ricerca riguardante la nostra amata “pianta aliena” ha avuto un boost impressionante, dalla coltivazione fino ad arrivare agli estratti più ricercati.

In particolare, i growers americani stanno beneficiando di nuovi strumenti e know how, per arrivare alla Pianta Perfetta: il mix aureo che includa profili aromatici e terpenici sofisticati con la giusta combo di THC e CBD. Sono nate così le rinomate “Cali Weed”, erbe premium con prezzi che arrivano anche ai 30€/grammo, ma con un aspetto ed un gusto sicuramente fuori dal normale!


Quei furbacchioni degli americani, hanno lavorato anche sul marketing, cercando di nominare gli strain con etichette che si collegano immediatamente ai profumi, all’aspetto o agli effetti della genetica, sono nate così le varie: Gorilla Glue, Gelato, Cookies e co., divenute un culto per i fumatori più esperti.

Direttamente dalle mani dei growers più visionari, ecco quindi le migliori varietà dell’anno:


Gorilla Glue

La Gorilla Glue viene spesso definita “La bestia della California”, non potevamo quindi non includerla nel nostro catalogo dei semi. Conosciuta in tutto il mondo per i suoi effetti pazzeschi e vincitrice di diverse Cannabis Cup, i suoi fiori sono medi e coronati da pistilli che la rendono molto arancione alla vista e appiccicosa al tatto. Non a caso, il contenuto di CBD risulta elevatissimo, con una percentuale maggiore del 20%.


Questo fantastico prodotto deriva dall’incrocio di tre varietà altrettanto celebri: Chem’s Sister, Sour Dubb e Chocolate Diesel. La sua nascita è stata del tutto casuale, il primo raccolto era infatti andato male e si pensava di buttare via l’intera genetica  quando un amico del breeder creatore della genetica, Josey Wales, decise di dare un’altra possibilità ai semi. Da quel momento, la Gorilla ha conquistato il cuore di tutti quelli che l’hanno provata diventando una tra le strain più cercate nel sito delle strain Gorilla Glue del 21esimo secolo. 


Il punto forte di questa genetica a base indica è che offre effetti terapeutici oltre che rilassanti: viene infatti molto utilizzata tra coloro che soffrono di ptsd, stress, ansia o insonnia o per chi soffre di crampi e dolori muscolari.


Il suo gusto pinoso e fruttato poi la rendono perfetta per chi cerca un equilibrio tra sapore ed effetti di alto livello. Se sei un vero breeder, non puoi sicuramente quest’anno non potrai fartela scappare!


 

Gelato

Leafly l’ha nominata Strain dell’anno nel 2018: se si parla di cannabis californiana non si può non menzionare la Gelato. Quest’ibrido, anche conosciuto come “Larry Bird Kush”, deriva dall’incrocio delle famosissime Sunset Sherbet e le Thin Mint GSC. Il suo creatore è Mario Guzman, colui che ha creato poi il famosissimo brand Sherbinskins. La genetica da cui prende origine è quello delle cookies, di cui approfondiremo le origini più avanti nel blog.


Il sapore è un punto forte: tra il biscottato e il fruttato, è un dolcissimo piacere provarla, e il dessert di fine pasto che tutti vorrebbero. I buds che crescono dalla pianta sono compatti e resinosi attraversati da striature arancioni, con dei cristalli di resina che brillano sulle punte dei fiori, l’odore poi ricorda quello dell’albero di limone e rinfresca ogni posto che occupa. 


La sua nascita deriva dalla Cookie Fam e la sua esplosione si deve ai suoi incredibili effetti che travolgono chiunque la provi. Solitamente viene consigliata da usare in situazioni sociali, lascia tutti in un temperamento amichevole, e sicuramente lascia a tutti un bel sorriso sulla faccia. Il  suo potere è dato dall’elevato contenuto di THC e CBD che insieme si mescolano a creare un’onda di energia e di euforia in grado di liberare la testa ma non appesantire il corpo.


Questa strain si riconferma ogni anno per essere un incredibile fonte di soddisfazione per ogni breeder quindi non può mancare di certo alla tua collezione.



Cookies

La Cookies Fam ha prodotto una delle genetiche migliori degli ultimi vent’anni dandogli il nome di uno dei dolcetti più buoni mai esistiti: stiamo proprio parlando della Cookies, la strain dal sapore di biscotto che ha fatto impazzire tutti i suoi consumatori. Non a caso sarà la vincitrice dell’Amsterdam Cannabis Cup del 2014 per la voce “Miglior Strain di un Coffee Shop”.


All’inizio la strain si chiama “GIRL SCOUT COOKIES” nome che gli è stato dato per rimandare al suo profilo terpenico che ricordava moltissimo il gusto dolce e tostato del biscotto. Infatti proprio nel gusto si distacca da ogni rivale: dall’aroma vanigliato, riescono a farti provare nella bocca un vago sapore di biscotti al cioccolato che non può che conquistarti appena lo provi.


Questa strain è un ibrido a prevalenza indica che ha origine dal mix di una OG Kush e una Durban Poison. Raccomandatissima per il rilassamento muscolare e per i casi di dolore corpore, riesce a mantenerti energetico e funzionale pur alleviando lo stress e rilassando gli arti. 


I fiori risultano piccoli e super compatti, dal colore verde bosco, proprio come dei piccoli dessert profumati ricchi di resina e pronti ad offrire un’esperienza incredibile a chiunque decida di provarli.



Zkittlez

Per coloro che pretendono una soddisfazione piena di terpeni, non possono che amare la Zkitllez, un ibrido Indica predominante noto per il suo confortante sapore di frutta tropicale e per alleviare lo stress piacevolmente. La storia di questa strain non è ancora chiarissima: si dice sia derivata dall collaborazione di due famosi breeders californiani (Terp Hogz e la 3rd Gen Family Farm) ma altri credono possa essere stata sviluppata da un solo breeder parte del collettivo 3rd Gen Femily. Qualunque sia la sua origine dobbiamo ringraziare il giorno in cui questa pianta iniziò a crescere, perché ha portato una ventata di aria nuova nel panorama delle genetiche californiane. 


I suoi terpeni dall’aroma fruttato sono molto intensi e gli effetti energetici inebrianti, in grado di calmare e stimolare al contempo la creatività. È una gioia da far crescere all'aria aperta, questo ceppo infatti è altamente resistente alle muffe, e apprezzerà tantissimo la molta luce solare. 


Dopo la fioritura i bud risulteranno medio-grandi di un verde molto intenso attraversato da sfumature arancioni e un tappetino di tricomi simili che ne adorna le forme.


Le nuove croci di "Cherry Zkittlez", "OranZina" e "Zmoothie" sono "super-ghiacciate, sono grosse e hanno un odore incredibile", ha dichiarato l'amministratore delegato Christina DiPaci. "Questa è la santa trinità di ciò che un coltivatore può chiedere".


 


Purple Punch 

Emergendo come uno dei migliori ibridi a dominanza Indica negli ultimi anni, Purple Punch è all'altezza del suo nome incrociando due varietà classiche: Larry OG e Grand Daddy Purple. 

Questa strain è molto giovane, selezionata solo nel 2013 ha raggiunto il suo massimo splendore grazie alle abili mani del breeder The Village che l’ha resa la strain che oggi tutti noi conosciamo e apprezziamo.


I boccioli sono fortemente glassati da tricomi e trasudano un potente aroma di frutta e caramelle. La sua finitura cremosa a bacca non fa che completare la sua pesante natura sedativa, perfetta per combattere disturbi come nausea e depressione, secondo le testimonianze dei pazienti. Infatti è particolarmente forte il suo profilo da Indica che l’hanno resa la prima scelta anche di molte persone con problemi nel dormire.


La sua coltivazione, secondo molti, non richiede particolari cure quindi può essere maneggiata anche da mani meno esperte, il che la rende un ottimo prodotto per chi è alle prime armi con la coltivazione o per chi non ha molto tempo da spendere nella sua cura. Infine la resistenza di questo particolare ceppo agli acari, unita ad una resa moderata a pesante, aiuta anche a fare del Purple Punch - e di nuovi incroci - una delle best della stagione. 


Stephen Dillon, fondatore di True Humboldt nella contea di Humboldt, in California, ha dichiarato che Punch di quest'anno è "semplicemente splendente e bellissima. La gente pensa che sia una indoor. "



E voi, avete avuto modo di assaporarne una di queste genetiche? Puoi trovarle tutte nel nostro catalogo dei semi, mettiti alla prova e tocca con mano tua le stesse sensazioni di un breeder californiano😜

Back to blog

Leave a comment