Snoop Dogg fuma un blunt davanti la Casa Bianca per protestare contro Trump

L’icona dell’hip hop Snoop Dog aveva un paio di paroline per il Presidente Donald Trump mentre fumava un blunt davanti alla Casa Bianca in una serie di video pubblicati sul suo account Instagram mercoledì. I video raffigurano Snoop mentre guida la sua macchina a Washington, D.C. prima di fermarsi per fumare in un parco di fronte alla residenza presidenziale.

[embed]https://youtu.be/kWX9w2CPXm0[/embed]

Snoop Dogg: “Dovevo farlo”

Nel primo video, intitolato “dovevo farlo pt1,” Snoop è seduto dal lato del passeggero in una macchina, mentre passa davanti alla Casa Bianca.

“Ecco la Casa Bianca proprio lì. uh?” Snoop chiede al suo autista. “Tutti quei pezzi di merda sono dei Servizi Segreti, uh? Vorrei poter uscire e fare una foto ora, ma non puoi parcheggiare, uh? Vaffanculo, fammi uscire, n****. Fammi fare una foto davanti a questo pezzo di merda, amico. Sono Snoop Dogg, n****. Fanculo il presidente!” dice Snoop mentre inizia a uscire dall’auto.

La clip successiva, “dovevo farlo pt 2,” si apre con Snoop seduto sulla panchina di un parco di fronte alla Casa Bianca. Dopo aver salutato allegramente un passante anziano, Snoop si rivolge alla telecamera.

“Guarda qua e lascia che ti parli di Snoop Dogg. A quel n**** non gliene frega un cazzo, amico,” esclama. “Azione contro la Casa Bianca!”

Il secondo video si conclude con Snoop che acconsente di fare delle foto con dei fan che si avvicinano.

“dovevo farlo pt 3” si apre con Snoop nello stesso parco, che cammina seguendo un sentiero di mattoni e accendendo un blunt mentre si avvicina ad una panchina. Dopo essersi seduto, Snoop esprime nuovamente i suoi sentimenti riguardo a Trump.

“Mentre i n**** si atteggiano e fanno tutte queste stronzate, sono alla Casa Bianca preparandomi a fumare. Fanculo il presidente!”

 

In un quarto video Instragram, Snoop è ritornato alla sua camera di hotel a Washington, D.C. per rilassarsi e, ovviamante, fumare un altro po’.

“Tornato dalla Casa Bianca. Tutto fila liscio, baby!” dice mentre ride ed espira fumo. “Di nuovo nella mia camera a guardare Netflix. Netflix e relax. A volte lo devi fare e basta. Dovevo farlo.”

 

 

Non è la prima volta

La dimostrazione di Snoop Dogg a Pennsylvania Avenue non è stata la prima volta in cui è stato schietto in merito alla sua opinione su Donald Trump. In un’intervista con DJ Suss One per SiriusXM agli inizi di quest’anno, ha espresso chiaramente le sue opinioni sul presidente e i sostenitori di Trump incluso Kanye West.

“Non me ne frega un cazzo. Glielo dico chiaramente, pezzo di merda. Se ti piace quel n****, sei un cazzo di razzista,” dice Snoop onestamente. “Fottiti tu e che si fotta lui. Ora cosa?” Mentre la sua invettiva continuava, Snoop ha accusato il presidente di essere divisivo.

“He drew the lines. He drew the motherfucking lines,” Snoop said. “Before him, there were no lines. Everybody was everybody, we respected everything. We didn’t trip. But n****, when you drew the line, n***** starting pointing motherfuckers out, and singling them out. Well, fuck y’all then, n****! You and them. Kanye too, n****! Don’t forget about him, too. Fuck you, too!”

“Ha posto il limite. Ha posto il cazzo di limite,” ha detto Snoop. “Prima di lui, non c’era il limite. Tutti erano tutti, rispettavamo tutti. Non andavamo oltre. Ma n****, quando poni il limite, n****, iniziando a indicare degli stronzi e a isolarli. Be’, fanculo a tutti allora, n****! Tu e loro. Anche Kanye, n****! Non dimenticarti di lui. Fanculo anche a te!”

 


Lascia un commento